Sterilità maschile l’importanza dello spermiogramma

Da ginecologa esperta di sterilità di coppia, nel mio studio di Roma aiuto quotidianamente le coppie infertili nel loro percorso di ricerca della gravidanza. Nell’ambito della valutazione della sterilità nel partner maschile, uno dei primissimi esami che chiedo di effettuare è lo spermiogramma, ovvero l’esame che indaga il numero di spermatozoi, la loro capacità di muoversi e la loro morfologia. Diversamente da altri esami di laboratorio, la valutazione dello spermatozoo (spermiogramma), richiede una notevole e specifica esperienza nell’ambito del trattamento della infertilità di coppia, e non può e non deve essere eseguita nei normali laboratori di analisi.
Nella mia esperienza di ginecologa a Roma, è diventata una spiacevole routine visionare “fantasiosi” referti di spermiogrammi, tali tanto per la definizione dei parametri di riferimento “normali”, quanto per le conclusioni spesso poco scientifiche. Mi è capitato anche di incontrare coppie che hanno nel tempo ricevuto vere e proprie sentenze di “sterilità” o “fertilità”, solo in base al risultato dello spermiogramma, sentenze assolute che nella realtà ho imparato esistono solo in situazioni estreme e veramente molto rare. La Medicina della Riproduzione è infatti una scienza stupefacente per i suoi ancora tanti misteri; basti pensare che il numero degli spermatozoi nel referto dello spermiogramma si esprime in milioni su ml, laddove la nuova vita, il concepimento, comincia dall’incontro del singolo gamete maschile con il singolo gamete femminile.
Lo spermiogramma è un esame di fondamentale importanza nell’indirizzare il percorso riproduttivo della coppia (rapporti liberi, tecniche di riproduzione assistita di primo o secondo livello), affidatevi quindi nelle mani di ginecologi con grande esperienza nel trattamento della sterilità e della infertilità di coppia, per non perdere inutilmente tempo prezioso da dedicare al vostro più grande sogno.

Per la valutazione del liquido seminale si seguono le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO: World Health Organization) che vengono periodicamente adeguate.

Prima di eseguire lo spermiogramma, è essenziale eseguire idonea preparazione e modalità di raccolta del campione, per mettere il seme nelle migliori condizioni.
Le regole preliminari sono:

  • astinenza dai rapporti compresa tra 2 e 5 giorni;
  • raccogliere il seme in un contenitore sterile per urine;
  • consegna del campione nel centro diagnostico entro 1 ora;
  • assenza di terapie farmacologiche o sostanze teoricamente dannose per la spermatogenesi (come gli antibiotici) nei 30 giorni che precedono l’esame.

Nella più recente edizione del WHO, datata 2010, i parametri di normalità dello spermatozoo sono stati espressi in percentili (il 50^ percentile corrisponde ai valori medi, il 5^ percentile ai valori minimi ed il 95^ percentile ai valori massimi):

PARAMETRO SEMINALE

5^ PERCENTILE

50^ PERCENTILE

95^ PERCENTILE

Volume (mL)

1,5

3,7

6,8

Numero spermatozoi / mL (mil/mL)

15

73

213

Numero spermatozio/ eiaculato (mil)

39

255

802

Motilità totale (%) dopo 1 ora

40

61

78

Motilità progressiva (%) dopo 1 ora

32

55

72

Forme normali (%) dopo 1 ora

4%

15%

44%

Lo spermiogramma esprime semplicemente quanto il liquido seminale esaminato si discosta da quella che è definita normalità, intendendo per questa una serie di valori espressi da una popolazione maschile ritenuta fertile. I valori minimi trovano i loro riferimenti negli esami eseguiti su  1900 uomini con comprovata “fertilità”, ovvero che hanno ottenuto la gravidanza nella partner entro 1 anno di rapporti liberi.

La differenza maggiore rispetto alla precedente edizione delle linee guida del 2000 riguarda la morfologia degli spermatozoi. Prima, era considerata normalità avere spermatozoi morfologicamente normali in percentuale superiore o uguale al 30%, mentre con l’attuale edizione il limite è sceso al 4%.

Sul fronte della motilità, secondo le precedenti linee guida era essenziale distinguere tra gli spermatozoi con motilità progressiva (ovvero organizzata e finalizzata) distinguere quelli con moto rapido da quelli con moto lento, mentre attualmente questa distinzione è ritenuta non utile.

La produzione e la qualità degli spermatozoi fluttua ampiamente sia nel soggetto fertile che in quello ipofertile; ad esempio, uomini portatori di varicocele presentano una fluttuazione di tutti i parametri molto più ampia. Ogni uomo rinnova i propri spermatozoi ogni 3 mesi, e la produzione dei gameti è influenzata da molteplici fattori (ambientali, patologici, farmacologici, climatici, ecc..). Per questo occorrono almeno due esami per definire la situazione media della produzione e della qualità degli spermatozoi.

Lo scostamento dalla normalità, ovvero la collocazione del parametro al di sotto del 5^ centile, indica che può esistere una patologia, ed impone l’esecuzione di successivi esami diagnostici, base per eventuali specifiche terapie. Tengo a sottolineare che la prescrizione di una terapia deve seguire l’identificazione, quando è possibile, di una specifica causa.

Il difetto del numero degli spermatozoi si definisce oligospermia; l’assenza di spermatozoi azoospermia.

Il difetto della motilità degli spermatozoi si definisce astenospermia, quello della forma teratozoospermia.

Spesso le alterazioni dei vari parametri si muovono in parallelo (è ad esempio difficile che il numero sia deficitario con gli altri parametri perfetti) come nel caso della oligoastenoteratozoospermia, e il difetto potrà essere definito lieve – moderato – severo.

I centri diagnostici non hanno l’obbligo di seguire le  linee guida WHO 2010, e da molti i valori di riferimento dell’edizione del 2000 risultano più fruibili rispetto a quelli della nuova edizione.

Un caro saluto

Francesca Marzano

Annunci

Informazioni su francescamarzano

Dott.ssa Francesca Marzano Ginecologa Roma Specialista in Ginecologia ed Ostetricia Procreazione Medicalmente Assistita Omeopata
Questa voce è stata pubblicata in infertilità e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...